STRUMENTI TECNOLOGICI NELLE MANI DEI BAMBINI, GESTIAMOLI!

Educandoli propone un incontro gratuito come “corso di difesa per i genitori” dagli strumenti tecnologici nelle mani dei bambini. Ecco il perché e le date degli appuntamenti.

generazione touch

Uso e abuso degli strumenti tecnologici

E’ innegabile che al giorno d’oggi i bambini crescano circondati da strumenti tecnologici!

Li vedono utilizzare, principalmente, dagli adulti di riferimento, con cui trascorrono le loro giornate e riescono a carpire e memorizzare ogni gesto utile al funzionamento di questi oggetti, essendo in grado, in un secondo momento, di riprodurre quegli stessi gesti atti al funzionamento dell’oggetto stesso.

Inoltre è diventato uso comune della nostra società, utilizzare strumenti tecnologici come smarthphone, tablet , computer o  televisioni di nuova generazione come moderni surrogati di baby sitter, nell’intento di intrattenere i bambini nelle più disparate situazioni: al ristorante, non solo per tenerli calmi evitando così che trasformino un luogo pubblico in un campo di battaglia; ma spesso e volentieri anche per allettarli durante la somministrazione del pasto; in casa, per garantire un tempo, per quanto possa a volte essere breve, di tranquillità per gli adulti; in macchina, per garantire la buona riuscita di un lungo viaggio, dispensandosi così da eventuali pianti o chissà cos’altro.

bambini e strumenti tecnologici

Talvolta questi strumenti tecnologici vengono forniti ai bambini anche solo per trascorrere quei 5 minuti, difficile che siano molti di più, necessari ad esplicare le loro funzioni fisiologiche, al bagno. Altre volte servono solo a soddisfare un capriccio messo in atto, il più delle volte consapevolmente, del bambino che riesce, in questo modo , ad ottenere ciò che desiderava… Per questo motivo, e anche per la scaltrezza, quasi innata, dei bambini nell’approcciarsi a questi strumenti tecnologici , di qualsiasi natura essi siano, i bambini di oggi, che fino a “ieri”  venivano definiti “nativi digitali”, si sono evoluti nel popolo della “generazione touch” .

bambini e tablet

Poter gestire questi oggetti tecnologici con il semplice uso delle dita sul display, assume una connotazione quasi magica agli occhi dei bambini, nonché estremamente intuitiva avendo la possibilità di rappresentare la realtà attraverso la gestualità. Infatti i primi tentativi di esplorare il mondo, da parte dei bambini, avviene proprio a livello tattile, esattamente la stessa modalità di interazione che prevedono i nuovi modelli di strumenti tecnologici, e che rendono, di conseguenza i bambini stessi dei potenziali utenti; unendo poi questa modalità agli stimoli luminosi e sonori, ai colori vivaci e le immagini accattivanti, ecco definita la ricetta perfetta per un gioco perfettamente nelle corde dei bambini, anche piccolissimi!

Questo rapporto tra tecnologia e bambini è in continua evoluzione nel tempo, così come nello spazio, ma dietro ai suoi innumerevoli vantaggi, nasconde altrettanti rischi…

Pro e contro, gli strumenti tecnologici vanno gestiti

Molti esperti in vari campi che si occupano di bambini (pediatri, psicologi, pedagogisti ed educatori) si interrogano preoccupati sull’utilizzo smodato e incosciente di questi strumenti tecnologici, sconsigliandone la fruizione ai bambini al di sotto di una fascia di età minima, indicata intorno ai 10/12 anni, ma tollerata dai 2 anni in poi, periodo in cui nel cervello del bambino avvengono importanti sviluppi neuronali e neurogenerativi che condizionano anche la loro capacità di interazione sociale, a rischio di essere scoraggiata dall‘alienazione provocata dall’abuso degli strumenti tecnologici, e anche il loro sviluppo cognitivo, nonché il corretto evolversi del linguaggio.

Di contro non si può certo negare che le potenzialità di questi strumenti tecnologici siano infinite e permettano lo sviluppo di un apprendimento attivo, indipendente e autonomo del bambino stesso.

bambini e tv

Di fatto queste due dichiarazioni, affermate una di seguito all’altra , sembrano stridere tra di loro, accentuando il contrasto che generano: proprio per questo motivo è importante che gli adulti di riferimento, che mettono a disposizione dei bambini i suddetti strumenti tecnologici, siano in grado di garantire l‘utilizzo in sicurezza di questi  strumenti determinando i programmi, i contenuti, i videogiochi  ed eventualmente i contenuti internet di cui i bambini possono disporre. Ma non solo: è di fondamentale importanza che gli adulti siano in grado di regolare anche il tempo che i bambini trascorrono in compagnia di questi strumenti.

Un uso consapevole e regolamentato degli strumenti tecnologici può quindi favorire lo sviluppo dell’ennesimo campo di esperienza per i bambini moderni, ma questo solo se viene adeguatamente affiancato da attività che ne garantiscano un corretto sviluppo psichico e fisico: le attività creative, il gioco simbolico, la lettura, il gioco libero, le attività rappresentative, l’esplorazione e la sperimentazione.

Un’altro aspetto che mi sento in dovere di sottolineare è l‘importanza della condivisione, tra adulto e bambino in questo caso, che aiuti il bambino a dare un senso ai contenuti con i quali si interfaccia, scaturendo così la vera potenzialità, anche educativa, dell’utilizzo di questi strumenti tecnologici.

bambini e adulti alla scoperta della tecnologia

Corso di difesa dagli strumenti tecnologici

Quindi cari adulti che vi prendete cura dei bambini e che non potete evitare che loro si relazionino con gli strumenti tecnologici che ormai fanno parte della vita moderna di tutti i giorni, è necessario che voi siate adeguatamente preparati in materia, e non solo in merito alla scelta dei programmi adatti, piuttosto che delle applicazioni, da sottoporre ai vostri piccoli, ma anche sulla possibilità di monitorare ed eventualmente bloccare i dispositivi stessi, così come dovete essere consapevoli dell’importanza di limitare, in termine di tempo, l’esposizione a questi strumenti tecnologici e magari anche qualche strategia per convincere i bambini a separasi da queste attività di intrattenimento, per potersi dedicare ad altre attività.

Per queste ragioni Educandoli propone un incontro gratuto “corso di difesa”, rivolto agli adulti che si occupano di bambini, in diverse situazioni,  nel quale Giuliano Vannucci, titolare di Evoluzione Informatica, spiegherà quali sono i rischi potenziali che si nascondono nell’utilizzo indiscriminato degli strumenti tecnologici, dando ai partecipanti del corso strategie vincenti per difendere i bambini da tali rischi senza togliere loro la possibilità di utilizzare i suddetti strumenti come mezzo educativo e di sano intrattenimento. In questo corso, che vi proponiamo, verrà affiancato da me, Melissa Calzolari, che in qualità di esperta di educazione, risponderò ai vostri dubbi in merito alla modalità e alla tempistica della fruizione, da parte dei bambini, di questi strumenti tecnologici.

L’appuntamento è previsto per giovedì 1 Marzo e giovedì 15 Marzo, dalle ore 20 alle ore 22 circa, presso il Castello del Meralò asilo nido, sito in Piazza Piccinini 1 a Rastignano, Bologna. Il secondo incontro è la replica del primo, quindi si può partecipare solo ad uno dei due. 

Il corso partirà con un minimo di partecipanti, per questa ragione è necessaria la prenotazione al numero 051/742108 o al 320/0530893 entro e non oltre martedì 27 Febbraio. Vi aspettiamo numerosi.

corso di difesa

 



Leave a reply