image

NONNI LONTANI

D: Ciao, siamo i nonni di due splendidi bambini, il maschietto che presto compirà 3 anni e la femminuccia che ha solo 11 mesi, purtroppo però non viviamo nella stessa città, dove vivono i nostri nipoti e ci vediamo solo in occasione delle festività e delle vacanze estive. Di recente siamo andati a prendere i bambini, all’asilo nido che frequentano, l’ultimo giono di scuola, prima delle vacanze natalizie. Il più grande ci ha fatto un tante feste quando ci ha rivisto, la più piccola, invece è scoppiata in un pianto disperato, quando ci ha visto e abbiamo cercato di prenderla in braccio. Ti scriviamo perchè ci siamo rimasti davvero molto male, e pensare che i primi mesi di vita li ha trascorsi a casa nostra, possibile che non si ricordi più di noi?

R: Cari signori, nonni di questi due meravigliosi bambini, non devete rattristarvi per quello che vi è accaduto. Infatti, la vostra nipotina è ancora molto piccola e non ha sviluppato una memoria a lungo termine quindi, anche se avete passato i primi mesi della sua vita a cullarla amorevolmente, non può ricordarsene, sopratutto se sono passati alcuni mesi da quando non vi rivedete. Agli occhi di vostra nipote voi siete apparsi come delle persone sconosciute, ed è per questo che si è messa a piangere, ma questo non deve demoralizzarvi. Basterà avere solo un po’ di pazienza, e sono certa che voi essendo nonni ne avrete tanta, per consentire alla piccola di abituarsi alla vostra presenza.

Io vi consiglio di trascorrere questo tempo a vostra disposizione, delle vacanze natalizie, a giocare con i vostri nipoti, magari su un grande tappeto dove, oltre al più grande, che sarà sicuramente entusiasto nel condividere tempo e giochi con i suoi nonni, possa starci anche la più piccola. Vedondovi interagire positivamente con il fratello imparerà a fidarsi di voi, non abbiate dubbi al riguardo. Potreste,nel mentre, aiutare la vostra nipotina ad usufruire dei suoi giochi, costruendo delle torri di oggetti che lei possa abbattere; cantandole canzoncine, se ne conoscete qualcuna o semplicemente sorridendole mentre la guardate con occhi dolci. Vedrete che non passerà molto tempo prima che vostra nipote vi restituisca quegli stessi sorrisi e apprezzi la vostra presenza.

Piccoli accorgimenti per i nonni

Una volta “rotto il ghiaccio” con questo approccio poco invasivo e conquistata la fiducia della piccola, potreste sostituirvi al genitore nella somministrazione della pappa, infatti questo è una delle routines quotidiane che rafforza il legame tra i bambini e gli adulti di riferimento di quel momento.Potreste, inoltre, aiutare la mamma della piccola a farle il bagnetto, cambiarle il pannolino, vestirla e magari cullarla nel momento della nanna. Vedrete come la bambina, piano piano, si abbandonerà tra le vostre braccia senza più alcun timore. Crescendo, poi, conserverà il ricordo dei suoi nonni , proprio come accade con suo fratello, che appena vi ha visto vi è corso incontro.

Godetevi, quindi, i vostri nipoti, in questi giorni di pausa dalla frenetica vita quotidiana, dedicati alla famiglia, con tanta serenità e trasmettete a loro tutto l’affetto che i nonni, nel loro ruolo così speciale, possono donare.

Vi auguro di trascorrere un bellissimo Natale con la vostra famiglia, con dedizione dada Melissa.